Nato in punta di piedi con un piccolo programma sperimentale nel 2013, il Festival si è consolidato nelle edizioni 2014 (dedicata allo Spazio), 2015 (dedicata alla Luce), 2016 (dedicata alla Robotica) e 2017 (dedicata alla Chimica).

Il trend dei visitatori è in ascesa e si è attestato su grandi numeri: 25.000 visitatori nel 2014 e quasi 40.000 nel 2017.

L’edizione 2017 ha visto circa 130 appuntamenti in programma, oltre 200 relatori provenienti da tutta Europa e 10.000 studenti (dalle materne alle medie) che hanno partecipato ai laboratori del mattino.

Oltre 500 uscite stampa su quotidiani, settimanali, mensili, web magazine, radio e tv hanno documentato l’edizione 2017. 40 scuole superiori provenienti da tutta la Regione (e anche da fuori) protagoniste attive con la presentazione dei progetti innovativi sulla tematica del Festival e flussi di visitatori provenienti da tutta Italia.

Tra i grandi ospiti hanno partecipato: Marco Tronchetti Provera, Eugeny Morozov, Paolo Nespoli, Paolo Attivissimo, Mario Calabresi, Marco Lavazza, Umberto Guidoni, Piergiorgio Odifreddi, Giovanni Bignami, Roberto Battiston, Antonio Marchis, Paolo De Bernardis, Dario Vergassola, Emanuele Micheli, Joel Gibbard, Serena Dandini, Antonello Soro, Elio, Ivan Capelli, Marco Malvaldi, Lorenzo Baglioni, ecc.


I LUOGHI DEL FESTIVAL

Il Festival dell’Innovazione e della Scienza coinvolge tutte le principali strutture culturali della città: Biblioteca Archimede, Ecomuseo del Freidano, Teatro Civico Garybaldi, Suoneria Casa della Musica, Siva (la fabbrica dove ha lavorato per 30 anni Primo Levi e oggi luogo della memoria della città).
Nell’edizione 2017, il Festival è sceso in piazza con “il Cubo”, una tensostruttura allestita in piazza del Comune che ha ospitato laboratori, spettacoli ed eventi serali.


I LABORATORI

I laboratori sono stati pensati per tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Organizzati in collaborazione con associazioni scientifiche di primo piano a livello nazionale sono il fiore all’occhiello del Festival.

La partecipazione ai laboratori è gratuita previa prenotazione scrivendo a eventi.archimede@fondazione-ecm.it o chiamando i numeri 011.80.28.588 /  525 / 583